Casale Le Crete
La struttura
I prezzi
Come raggiungerci
Chi siamo
Nei dintorni
I Link

Monte Velino m.2487

La Riserva del Monte Velino
La Riserva Naturale Orientata "Monte Velino" è stata istituita il 21.07.1987 con un Decreto del Ministero dell'Ambiente e grazie alla volontà dei Comuni interessati, Magliano dei Marsi e Massa d'Albe ed al Corpo Forestale dello Stato, per la tutela naturalistica di notevoli ambienti naturali e di fenomeni geomorfologici sicuramente unici.
La riserva si estende per circa 3.500 ettari in una zona dell'Appennino centrale posta ai margini settentrionali della piana del Fucino e comprende il gruppo montuoso del Velino, il terzo per quota di tutto l'Appennino con i suoi 2.486 m., ben definito geograficamente dalle due valli principali, Teve e Majelama, dove sono facilmente riscontrabili i segni lasciati da antichi ghiacciai che le hanno scavate e che hanno profondamente modellato tutto il territorio.
La Riserva nacque per poter tutelare direttamente e concretamente questo territorio e soprattutto l'aquila reale, da sempre presente su questa montagna, ma fortemente minacciata da un uso del territorio ed una presenza sconsiderata di escursionisti e turisti. Con la Riserva si è potuto restituire a questo magnifico rapace la tranquillità necessaria per la riproduzione e l'allevamento dei piccoli, al punto che da allora ha sempre nidificato con successo, contribuendo ad aumentare la popolazione su tutto l'Appennino abruzzese.
Ovviamente la maggiore tranquillità ha giovato a tutta la fauna, ricchissima soprattutto di uccelli. Negli anni, poi, il Corpo Forestale dello Stato ha contribuito ad arricchirla ulteriormente. Operazioni mirate hanno portato alla ridiffusione di specie animali un tempo presenti e scomparse da decenni come il corvo imperiale, il cervo e da ultimo il maestoso grifone che è divenuto in poco tempo l'animale più conosciuto e frequente da vedere.
All'interno della Riserva alcuni sentieri (Valle Majelama, Valle Genzana, Val di Teve, Monte Cafornia, versante Sud del Monte Velino) sono chiusi per cinque mesi all'anno, da febbraio ad agosto, per proteggere la nidificazione dell'aquila e del grifone. Vengono inoltre vietati l'uscita dai sentieri, e in particolare il transito sui ghiaioni per non danneggiare di alcune specie di piante pioniere.



home.gif (1K)

torna alla home


Casale Le Crete 67069 Tagliacozzo (AQ) Tel. 340 3496811 info@casalelecrete.it